FAQ

Domanda: Cosa ne pensate della tecnica del pattinaggio italiano e dei nostri allenatori?

Risponde dott.ssa Benini

E’ chiaro che la risposta è personale ma credo sia condivisa da tutto il team.
Io credo che l’Italia non abbia niente da invidiare agli altri paesi del mondo!
I nostri allenatori di successo hanno grande preparazione ed esperienza sul campo e la tecnica utilizzata e pressappoco identica.
D’altronde gli ottimi risultati ottenuti dai nostri atleti ne sono la conferma, se mai ce ne fosse bisogno.

Domanda: Vi siete ispirati a qualche tecnica già utilizzata magari all’estero?

Risponde dott.ssa Benini

All’inizio abbiamo vagliato varie tecniche di pattinaggio e pur trovando in ognuna vantaggi e svantaggi in nessuna abbiamo rivelato un attenta e metodica applicazione delle leggi che governano questo sport ed è per questo che abbiamo pensato giusto crearne una e metterla a disposizione di tutti.

Domanda: Perché la vostra tecnica non può essere applicata da una sola figura?

Risponde dott.ssa Benini

Il pattinaggio artistico di figura è uno sport molto complesso sia per competenze che impegno in pista.

Non voglio certo dire che una sola figura non può essere un ottimo allenatore, dico solo che assegnando a ciascun componente di un team un ruolo si riesce ad essere più completi nella formazione dell’atleta.

D’altronde chi ha detto che un solo meccanico non possa progettare, costruire, collaudare e vendere un’ automobile?

Certo che potrà farlo, ma sicuramente non bene come farà un’azienda con figure che rivestono ognuna il proprio ruolo. I costi di gestione sono più alti , sì certamente, ma non di così tanto , perché cambierebbe solo la figura da retribuire.

Domanda: Paolo Bacchini fa ancora parte del team?

Risponde dott.ssa Benini

Nel 2013 avevamo una tecnica scritta ma per niente sperimentata.

Abbiamo chiesto a Paolo se era interessato alla sperimentazione della suddetta tecnica e lui ha accettato. Prima con PB Projet solo su di lui, poi con SBteam con vari tipi di atleti a vari stati di apprendimento. A questo punto il suo compito era terminato e Paolo ha lasciato il team per proposte più allettanti dal punto di vista retributivo. Dobbiamo infatti considerare che mentre il Team è composto da tecnici che si impegnano in questo progetto gratuitamente avendo ognuno la propria attività per Paolo questa è la sua unica professione.

Domanda: organizzate stage?

Risponde dott.ssa Benini

No! Perlomeno non come solitamente vengono intesi!

Ci riproponiamo di effettuare più che stage degli incontri sul ghiaccio completamente gratuiti e aperti a chiunque voglia conoscere i componenti del Team e fare a loro domande specifiche sui vari elementi.

Domanda: Perché tutto questo studio se poi non ne scaturirà un business ?

Risponde dott.ssa Benini

Passione!!!!

Tutti i componenti del Team hanno la propria attività e si sono assunti questo impegno per vera passione verso questo sport.

Domanda: Paolo Bacchini usa la vostra tecnica?

Risponde dott.ssa Benini

Come già esposto, ci siamo avvalsi di Paolo per la sperimentazione della tecnica sul campo.

Ne è nata una collaborazione per il nostro Team molto interessante e produttiva , ed inoltre un personaggio come Paolo conosciuto ed apprezzato è riuscito a farci vivere il pattinaggio artistico di figura dall’interno come mai avremmo potuto e per questo lo ringraziamo ancora.

Questo però niente ha a che vedere con l’utilizzo della tecnica I.S.S.R!

E’ vero, e lo potete constatare guardando i video sulla pagina facebook SBteam che grazie alle direttive impartite giorno per giorno dai nostri tecnici, alla fine della sperimentazione (durata 2 anni) i suoi salti erano molto migliorati ed “alcuni” magari isolati e non stabili, siamo riusciti comunque a filmarli.

Questo conferma che anche un professionista può trovare giovamento dall’applicazione della tecnica I.S.S.R.

Questo però non significa che lui operi con la nostra tecnica, sarebbe come dire che un meccanico della Ferrari che assembla le auto sia in grado di capire, modificare… insomma progettare una Ferrari.

Oppure che un giocatore di calcio della nazionale di Dt. Sacchi una volta smesso di fare l’atleta avrà compreso e sarà in grado di utilizzare la tecnica di Sacchi.

Per esercitare la nostra tecnica bisogna aver studiato e capito i concetti scientifici che sono alla base della tecnica stessa, non solo averla testata, perché le variabili durante l’esecuzione degli elementi sono moltissime e dipendono da atleta ad atleta , bisogna quindi saper correggere con cognizione di causa, dettata dalla conoscenza scientifica appropriata.

Questo non significa che Paolo non abbia compreso alcuni aspetti della tecnica I.S.S.R e non possa combinarli al suo certamente ottimo bagaglio di esperienze apprese sul campo.

Conosco Paolo e credo sia un ottimo istruttore, sicuramente con anni di studio potrà fregiarsi dei vari livelli Fisg fino a divenire (magari seguendo i nostri articoli) oltre che un ottimo pattinatore che tante soddisfazioni ha regalato all’Italia anche un allenatore di successo fino ad eguagliare altri ottimi allenatori italiani, glielo auguriamo!

Domanda: posso mandare video ed avere da voi correzioni ai miei elementi?

Risponde dott.ssa Benini

Certo che si!

I nostri tecnici risponderanno a qualsiasi domanda sia sulla tecnica che su tutte le discipline ad essa collegate.

Domanda: quando renderete pubbliche le procedure dei vari elementi?

Risponde dott.ssa Benini

Le procedure per poter essere comprese abbisognano di spiegazioni e di comprensione degli argomenti correlati.

Sarebbe inutile ufficializzare procedure che non possono essere comprese o comprese solo in parte per mancanza di comprensione dei termini e concetti che la compongono.